Back to home

La Mindfulness e i suoi esiti positivi di funzionamento in età evolutiva

La Mindfulness e i suoi esiti positivi di funzionamento in età evolutiva

Cristiano Crescentini, Deny Menghini (a cura di), La mindfulness per l’ADHD e i disturbi del neurosviluppo
Editore: Erickson, Anno: 2019
Ultimamente si sente spesso parlare di mindfulness, anche se nessuno sa bene di cosa si tratti.
Tra le possibili descrizioni una delle più note è sicuramente quella di Jon Kabat-Zinn, uno dei pionieri di questo approccio: “Mindfulness significa prestare attenzione, ma in un modo particolare:

  • a) con intenzione,
  • b) al momento presente,
  • c) in modo non giudicante.

Il volume della Erickson ha lo scopo di descrivere in modo dettagliato un training basato sulla Meditazione Orientata alla Mindfulness (MOM) e i suoi esiti positivi neuropsicologici, psicopatologici e di funzionamento in età evolutiva.

Dopo un iniziale inquadramento teorico generale e una rassegna della letteratura scientifica sulla pratica della mindfulness, viene fornito un protocollo clinico di intervento nel trattamento multimodale dell’ADHD.
Rivolto a ricercatori, clinici e educatori, il libro, della collana Neuropsicologia in età evolutiva, presenta una panoramica aggiornata e attenta sull’applicazione clinica della mindfulness, offrendo nuovi spunti per le future ricerche nei disturbi del neurosviluppo.