Back to home

Equitazione integrata

Equitazione integrata

L’equitazione integrata è un’attività sportiva svolta da soggetti con disabilità intellettiva e/o relazionale, fisica e sensoriale insieme a soggetti normotipici.
Attraverso la pratica sportiva, ovvero con l’apprendimento delle tecniche dell’equitazione, e attraverso l’esperienza del controllo dell’animale, il soggetto apprende una serie di competenze che possono essere utilizzate anche in altri contesti della vita di tutti i giorni, portandolo ad integrarsi meglio.

La routine di cura e di preparazione dell’animale, l’apprendimento del rispetto per le esigenze sensoriali di un altro essere, il rispetto del turno, nel lavoro di gruppo, lo scambio emotivo, sono tutti elementi che l’individuo ritrova nelle sue relazioni quotidiane.
Dalla cura dell’animale si passa all’apprendimento, prima dei rudimenti dell’equitazione, poi di abilità sportive sempre più complesse, a seconda delle potenzialità dell’atleta.

L’obiettivo finale è quello della partecipazione a gare di equitazione integrata, confrontandosi con altri gruppi, altri spazi, altri animali.
L’apprendimento del gesto equestre, tuttavia, non è fine a se stesso, ma ha come scopo il raggiungimento di abilità motorie, caratteriali, mentali e sociali, utili per il benessere, l’autonomia e la vita di relazione attraverso lo sport, il gioco, il contatto e il linguaggio non verbale. Essendo dunque un’attività di gruppo, favorisce l’ampliamento delle relazioni, l’integrazione sociale e l’apprendimento delle regole.

Non è quindi il cavallo in se’ a produrre un miglioramento, ma sono le competenze professionali e la conoscenza dello” strumento cavallo “ che trasformano l’animale in “ oggetto educativo/ abilitativo “ efficace, volto al miglioramento e allo sviluppo di:
Coraggio
Fiducia
Autocontrollo
Attenzione
Autostima
Programmazione
Socializzazione
Competitività

Dott. Fulvia Ferrante